Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  lunedi 25 ottobre 2021 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Tesseramento | 2 x 1000 |
“Il PD sia veramente federalista”

22 aprile 2008

Pubblicato in: Dichiarazioni

Allegati 1 - L'intervista video rilasciata da Salvatore Caronna sul radicamento del PD a margine dell'incontro bolognese con i Parlamentari eletti in Emilia-Romagna
   
Video - apri »
[Scarica il file »]

"Il PD deve essere una partito veramente federalista, seguendo l'ispirazione già presente il 14 ottobre. Esiste un progetto federalista su base regionale da portare a compimento". Così si è pronunciato ilSsegretario regionale del PD dell'Emilia-Romagna Salvatore Caronna al termine dell'incontro tenutosi oggi a Milano, con i suoi colleghi di altre regioni e il leader nazionale Walter Veltroni.

Secondo Caronna, "il risultato elettorale non cambia l'agenda. Occorre procedere con un'azione forte e coerente e con un processo di radicamento del partito sul territorio. Al termine del vertice, Veltroni ha poi annunciato la nascita di un coordinamento politico per dare maggiore ascolto alle realtà territoriali dal Nord al Sud".  


Il leader del PD emiliano-romagnolo,Salvatore Caronna torna soddisfatto dal vertice di Milano con Walter Veltroni e gli altri segretari regionali: il coordinamento del nord con gli amministratori risponde infatti all'impostazione al tema data a livello emiliano-romagnolo.

Quello deciso oggi sarà "un utile strumento - spiega Caronna - per rendere più efficace l'iniziativa in un'area come quella del nord". È passata, per Caronna, l'idea di "partire dalle cose concrete, di promuovere iniziative più forti su temi concreti, all'interesse dei cittadini".

L'input dato dal Sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, che ha immaginato una strutturazione nuova del partito al nord (anche eventualmente modificando lo Statuto) è stato per Caronna fondamentale per arrivare a questo esito. "L'utile sollecitazione che ha dato Cofferati è servita ad aprire la discussione e ha portato a questo risultato - ha spiega il segretario regionale del PD - poi bisogna dare un'ulteriore spinta all'idea di partito federale su base regionale".

"L'ispirazione di fondo presente alla nascita del PD - ha proseguito e concluso - adesso deve diventare concretezza, vivere cioè nell'azione politica quotidiana. A me pare che partendo dai contenuti ci siano le condizioni per fare un buon lavoro".  



Guarda l'intervista sul radicamento territoriale del PD rilasciata da Salvatore Caronna, a margine dell'incontro bolognese con i Parlamentari eletti in Emilia-Romagna


TAGS:
salvatore caronna |  pd |  federalismo | 

Bookmark and Share


Commenti: 1
Riflessioni.
Mi permetto di scriverle perchè ritengo importante la lettura del voto e le sue risposte.

Penso ci sia un nesso strettissimo tra democrazia e condizione materiale del lavoro, di chi lo cerca e dei più deboli in una società.

La globalizzazione della produzione e la finanziarizzazione dei profitti, rendono le nostre politiche insufficienti, ed inefficaci ai bisogni dei più.

In questa parte di tempo, le disuguaglianze, economiche si sono ampliate.

Il salario da lavoro dipendente non garantisce più una vita dignitosa, ed è l'unico che paga le tasse, equamente, senza avere potere sugli sprechi, sulle inefficenze, sulla eccessiva burocrazia, ecc..

Ora se federalismo fiscale significa, aumento delle tasse locali, si aggiugono disuguaglianze ulteriori, e si abbassano i salari reali.

Ossevo che il triangolo industriale raccoglie circa i due terzi, delle tasse nazionali che vengono versate a Roma, e non viene reso alle regioni neanche 1/3 del versato, perchè non riduscutere una riforma seria della redistribuzione fiscale, che non sia sempre tasse in aggiunta per i cittadini?.

E' evidente lo smarrimento di prospettiva percepito dai cittadini, il rifugiarsi in logiche di "piccolo identità" e la paura del diverso, e l'irrazionale "fai da te" che ne emerge.

Ma solo con un senso dello stato equo e solidale, possiamo risalire la china.

Miria Bisi.



Scritto da Miria Bisi in data 22 aprile 2008 alle 12:25



Ricerca nel sito
»

ambiente bologna stefano bonaccini pd emilia-romagna pd emilia-romagna modena
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto