Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  martedi 23 aprile 2024 Partito Democratico Emilia-Romagna
|
Cittadinanza, Andrea Costa: “In questa legge c'è Reggio con le sue associazioni e istituzioni”

13 ottobre 2015

Pubblicato in: Dichiarazioni
Segnalato dal coordinamento di: Reggio Emilia



La Camera dei Deputati ha approvato nella tarda mattinata di ieri la legge sul cosiddetto ius soli, che permette ai figli di immigrati stranieri, nati in Italia, di avere la cittadinanza. La Commissione Affari Costituzionali aveva concluso il 24 settembre scorso l’esame di un testo unificato di 25 proposte di legge, fra cui una di iniziativa popolare, promossa dal coordinamento nazionale «L’Italia sono anch’io», che aveva visto al suo interno organizzazioni della società civile di rilievo nazionale, appoggiate, altresì, dai comuni d’Italia.
Ed è proprio da qui che il segretario del Pd Andrea Costa fa partire il suo commento: «L'Italia sono anch' io è stato prima di tutto un movimento nazionale che ha unito associazioni, istituzioni e singoli cittadini che hanno sostenuto una battaglia comune di civiltà e progresso. Sono orgoglioso oggi di poter partecipare ai festeggiamenti di questa prima tappa».
Costa prosegue ricordando che «Reggio, le associazioni e le istituzioni, tramite i loro rappresentanti come il sindaco Delrio (che di quel movimento divenne portavoce nazionale), si fece motore di questa battaglia in molteplici sedi: nelle piazze, nelle scuole e come dimenticare la scritta a caratteri cubitali L'Italia sono anch' io, portata a mano dal alcuni amministratori reggiani in occasione della XX Marcia per la Pace Perugia-Assisi, nel settembre 2011».
Ma l'iter legislativo non è terminato. Se il passaggio parlamentare della Camera era scontato per la larga maggioranza di cui dispone il Governo, ora il testo passa al Senato: «Nei giorni scorsi – prosegue il segretario PD – ho scritto alla relatrice di legge Fabbri invitando a vigilare perché l'iter legislativo possa essere salvaguardato dalla demagogia, dalla falsa narrazione della contemporaneità e dalle speculazioni elettorali delle opposizioni. Siamo ben consapevoli della loro meschinità. Stiamo colmando dolorose ingiustizie, crepe quotidiane che ostacolano l'armonizzazione tra cittadini, che fanno ricordare inesistenti differenze tra uguali. Così – conclude Costa – ad una ragazza, residente dalla nascita nel nostro Paese, studente nelle nostre scuole, che non può partecipare ad una gara sportiva, noi rispondiamo che quel Paese e quella scuola non sono nè miei nè tuoi, ma da oggi un po' più nostri»


UFFICIO STAMPA


Bookmark and Share



Ricerca nel sito
»

stefano bonaccini modena bologna emilia-romagna ambiente pd pd emilia-romagna
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto