Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  martedi 21 gennaio 2020 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
Il cuore è il lavoro

23 febbraio 2013

Pubblicato in: Elezioni 2013

"Ora tocca a noi. E il cuore è il lavoro, non c'è altro. Per i giovani e purtroppo anche per chi il lavoro lo perde e giovane non lo è più. Sarà questo il principio guida dell'azione di governo del centrosinistra, perché ogni persona deve avere il diritto a una quota di trasformazione del mondo".

Questo il messaggio che il segretario del PD, Pier Luigi Bersani, ha voluto lanciare a conclusione della campagna elettorale per le elezioni politiche, riprendendo il filo rosso che ha contraddistinto dall'inizio il Partito democratico in vista del voto di domenica e lunedì prossimi.

Bersani ha così chiuso idealmente il cerchio aperto nel primo giorno di tour elettorale, quando proprio il lavoro era stato al centro del messaggio rivolto ai giovani al voto per la prima volta.

"Il lavoro non solo come strumento con cui mantenere la famiglia e sostenersi, ma come elemento di libertà e di dignità", questa l'idea più volte sottolineata da Bersani in questi giorni dai palchi di tutte le piazze.

Da Milano, Palermo, Napoli, il candidato premier del centrosinistra ha parlato delle Proposte del PD, a partire dalla ricostruzione del percorso formazione-lavoro, dalla necessità di mettere mano alle discrasie tra lavoro stabile e lavoro precario, al miglioramento delle regole.

"Occorre cominciare con qualcosa di concreto - ha più volte sottolineato il segretario del Pd - sistemare le scuole e gli ospedali può servire per cominciare: un programma straordinario di opere pubbliche per 7,5 miliardi in 3 anni che crei lavoro in tutta Italia, con risorse da reperire tagliando il bilancio per la Difesa. Accanto a questo, un piano di 50 miliardi in 5 anni per pagare alle piccole imprese i debito della Pubblica amministrazione, una proposta pensata per i giovani e i disoccupati.

Il primo giorno di governo - ha detto ancora Bersani- partiremo dal civismo, da norme contro la corruzione, da norme sui diritti, a iniziare da quelli dei figli degli immigrati, e da un piano sul lavoro fondato su piccole opere.

Sistemare le scuole può servire per cominciare. Nei primi mesi bisogna assolutamente introdurre delle novità perché il distacco tra cittadini e istituzioni è molto ampio e va colmato. Il nostro dev'essere un governo di cambiamento. Senza equità inoltre non si risolvono i problemi.

Vinceremo noi. Dal 26 l'Italia sarà una sola. E la guarderemo con gli occhi di chi è in difficoltà".


TAGS:
pd |  lavoro |  elezioni 2013 |  pier luigi bersani | 

Bookmark and Share



Agenda Appuntamenti
« Gennaio 2020 »
DoLu MaMe GiVe Sa
   1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31
Ricerca nel sito
»

ambiente pd emilia-romagna stefano bonaccini emilia-romagna modena bologna pd
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto