Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  sabato 14 dicembre 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
Salva l'Italia. Cinque milioni di firme

14 luglio 2008

Pubblicato in: Iniziative e progetti

Allegati 1 - La scheda per la petizione
2 -
Il visual della campagna

“E’ partito oggi, dall’Assemblea regionale del PD riunita a Modena, l’impegno, il lavoro, del Partito Democratico dell’Emilia-Romagna, di tutte le organizzazioni locali e provinciali, per la raccolta di firme a sostegno della campagna “ Salva l’Italia”.

L’obiettivo è di raccogliere 5 milioni di firme in tutta Italia, per dire no ad un governo che non rispetta le regole democratiche, forza la mano sui temi della giustizia e non fa nulla per far crescere salari e pensioni mentre l’Italia vive una pesante crisi e le famiglie faticano ad arrivare alla fine del mese.

Vogliamo fare in modo, con il lavoro delle prossime settimane di fare crescere una vasta e consapevole mobilitazione popolare contro un governo che non mantiene gli impegni: avevano detto che le tasse sarebbero scese invece aumenteranno per tutta la legislatura, avevano fatto una campagna elettorale promettendo più sicurezza e ora tagliano le risorse proprio alle forze di polizia, parlavano di innovazione e la scuola avrà centomila insegnanti in meno, parlavano di federalismo fiscale e i provvedimenti annunciati colpiranno duramente i Comuni e il sistema delle autonomie locali.

E vogliamo dare sostegno, un sostegno di massa, all’opposizione parlamentare del Partito Democratico, contro un governo che invece di pensare come uscire dalla crisi, invece di tutelare i risparmi e il potere d’acquisto di salari, stipendi e pensioni, si preoccupa solo delle vicende personali del Presidente del Consiglio, riportando il Paese al tempo dei conflitti e delle tensioni istituzionali, delle famigerate leggi ad personam.

Non si tratta dunque della fiammata di un giorno, ma di una iniziativa che durerà nel tempo, che vedrà impegnate, nelle prossime settimane, tutte le organizzazioni del PD dell’Emilia-Romagna.

Banchetti e punti di raccolta, iniziative di presentazione della petizione, verranno organizzati in tutte le Feste, nelle centinaia di Feste del Partito Democratico e dell’Unità che nell’estate si svolgeranno in tutta la regione, nelle piazze delle città e dei paesi, nei posti di lavoro.

L’obiettivo che indichiamo alle organizzazioni dell’Emilia-Romagna è di raccogliere 500.000 firme e preparare così la partecipazione di migliaia di persone, dall’Emilia-Romagna, a Roma, il 25 ottobre alla manifestazione nazionale del Partito Democratico.

Infine, vogliamo richiamare la necessità, l’importanza di fare della petizione l’occasione per proseguire l’impegno per l’adesione al Partito, per andare oltre le 150.000 preadesioni raccolte fino ad oggi”.

Giorgio Sagrini, Responsabile regionale Organizzazione del PD dell'Emilia-Romagna




Firma anche tu on line
per sostenere la campagna
"Salva l'Italia"


TAGS:
salva l'italia |  firme |  campagna nazionale |  pd |  giorgio sagrini | 

Bookmark and Share





Agenda Appuntamenti
« Dicembre 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
Ricerca nel sito
»

ambiente pd emilia-romagna emilia-romagna stefano bonaccini modena bologna pd
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto