Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  sabato 28 maggio 2022 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Tesseramento | 2 x 1000 |
Nucleare: i deputati PD chiedono chiarezza per l'Emilia-Romagna

6 maggio 2010

Pubblicato in: Attualità

I deputati emiliano romagnoli, tra cui anche Dario Franceschini e Pier Luigi Bersani, presentano un'interrogazione urgente: "Il Governo esclude cittadini e territori dalle scelte. Inaccettabile"

Caorso ospiterà una nuova centrale nucleare? Saranno individuate altre città in Emilia-Romagna? Il Governo faccia finalmente chiarezza". Questo è quanto chiedono in un'interrogazione urgente i deputati del Partito Democratico dell'Emilia-Romagna, tra i firmatari anche il capogruppo Dario Franceschini e il segretario nazionale Pier Luigi Bersani.

"Numerosi governatori - si legge nel documento - e presidenti di Regione hanno espresso una netta contrarietà ad ospitare le infrastrutture nucleari sui propri territori -  prosegue - non è accettabile escludere la voce dei territori e dei cittadini da decisioni così rilevanti e che li riguardano da vicino. La località di Caorso - si specifica - in provincia di Piacenza, è considerata per le caratteristiche geografiche e fisiche particolarmente idonea a ospitare uno dei nuovi impianti, il Governo - conclude - indichi quali sono i modi e i tempi di realizzazione del piano nucleare italiano e se, riguardo i siti ove sorgeranno le centrali, Caorso sia tra questi o se altri luoghi saranno scelti nella nostra regione".

"Dopo il decreto legislativo sul nucleare - afferma l'onorevole  e responsabile Ambiente del PD Emilia-Romagna, Alessandro Bratti, tra i firmatari dell'interrogazione - gli accordi e le alleanze strette con il governo Russo per promuovere la ricerca e lo sviluppo tecnologico; le dichiarazioni del presidente Berlusconi e le iniziative in corso, pare proprio che il programma nucleare italiano che prevede la realizzazione di alcune centrali sia imminente. Nonostante il Partito Democratico - aggiunge - abbia chiesto che il Governo facesse chiarezza prima delle elezioni regionali ancora oggi il centro destra, e la Lega Nord, parlano di nucleare ma non indicano in quali regioni e città intendono realizzarlo.

 Noi continueremo nel dire un chiaro ‘no al nucleare' - precisa - e proponiamo idee per lo sviluppo delle energie pulite. E sosteniamo - ricorda Bratti - la Regione Emilia-Romagna quando denuncia che il Decreto del Governo sia sotto diversi profili lesivo delle competenze e delle prerogative che la Costituzione attribuisce alla Regioni; e che, oltre ad essere stato emanato in assenza del parere della Conferenza Unificata, non garantisca un adeguato coinvolgimento delle autonomie regionali e non assicuri un'intesa forte con le regioni interessate".


TAGS:
ambiente |  alessandro bratti |  pier luigi bersani |  dario franceschini |  pd |  pd emilia romagna |  nucleare | 

Bookmark and Share



SCRIVI UN COMMENTO [* campi obbligatori]
Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice *
Scrivi il codice visualizzato in rosso



Ricerca nel sito
»

emilia-romagna modena ambiente pd emilia-romagna stefano bonaccini bologna pd
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto