Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  giovedi 21 novembre 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
Referendum: giovedì a Bologna la chiusura della campagna referendaria “Sì per un'Italia in Salute”

30 novembre 2016

Pubblicato in: Iniziative pubbliche

Si chiuderà a Bologna, giovedì 1 dicembre, la campagna referendaria “Sì per un'Italia in salute” promossa dal deputato e responsabile nazionale sanità del Pd Federico Gelli per coinvolgere il settore sanitario e invitare a votare sì al referendum sulla riforma costituzionale in programma domenica 4 dicembre.

L'incontro, alle ore 18.00 allo Zanhotel Europa Meeting & Congressi in via Boldrini, 11 – Sala Roma, vedrà la partecipazione del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, degli assessori alla sanità della Regione Emilia-Romagna Sergio Venturi, della Regione Toscana, Stefania Saccardi e della Regione Piemonte Antonio Saitta. Presente anche il segretario regionale Pd Paolo Calvano.

“Sarà un'occasione per fare il bilancio della campagna “Sì per un'Italia in Salute” che è stata attivata su tutto il territorio nazionale – spiega Gelli – ed è stata fondamentale per far immaginare un sistema sanitario diverso da quello odierno: più giusto e più efficiente. E su questo abbiamo trovato l'appoggio indiscriminato da parte di tutti gli operatori del settore. Dobbiamo concentrare gli sforzi per gli ultimi giorni a disposizione. Si tratta di una opportunità difficilmente ripetibile per favorire un grande cambiamento che riguarda la sanità eliminando l'incertezza causata dal contenzioso Stato-Regioni prevista dal Titolo V che sarà finalmente possibile modificare e che ha causato la creazione di 21 sistemi sanitari diversi con differenze enormi tra i territori: ad esempio i residenti di Calabria e Campania hanno oggi una aspettativa di vita di 4 anni inferiore alla media nazionale, con un netto peggioramento, quindi rispetto alla situazione preesistente nel 2001. Per non parlare dei vaccini: ad oggi infatti non esiste un sistema di copertura nazionale omogeneo. Per malattie come il Papilloma virus (HPV) si passa dal 75% di copertura in Toscana al 30% in Sicilia. Anche i tempi di distribuzione dei farmaci - conclude Gelli - cambiano di regione in regione. Per l’inserimento nei prontuari regionali di un farmaco innovativo, oncologico o contro l'epatite C, ad esempio, possono variare anche di tre anni e mezzo da una Regione all’altra. Con il nuovo articolo 117 del Titolo V della Riforma Costituzionale tutto questo cambierà. Dobbiamo solo fare in modo di far conoscere questa realtà ai cittadini che ancora non lo sanno.”



Bookmark and Share



Agenda Appuntamenti
« Dicembre 0 »
DoLu MaMe GiVe Sa
   1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27
Ricerca nel sito
»

modena ambiente pd bologna emilia-romagna pd emilia-romagna stefano bonaccini
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto