Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  mercoledi 21 agosto 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
Bertuzzi, Pignedoli: "Settore agricolo più competitivo con riforma enti Mipaaf"

17 giugno 2015


"Per vincere la sfida di competitività del settore agroalimentare italiano sono indispensabili strumenti efficienti, virtuosi, trasparenti ". Ad affermarlo sono le senatrici PD Leana Pignedoli e Maria Teresa Bertuzzi, rispettivamente vicepresidente e capogruppo della commissione agricoltura di palazzo Madama, che ieri hanno promosso un'importante e partecipatissima iniziativa presso la prestigiosa sala Zuccari del Senato, per fare il punto della situazione sullo stato d'avanzamento della riforma degli enti agricoli, sulla quale operano già da dalla scorsa legislatura.

"In questi anni abbiamo denunciato inefficienze, sprechi e sovrapposizioni di attività negli organismi vigilati dal ministero delle politiche agricole e per questo abbiamo invitato i dirigenti di Agea, il Consiglio della Ricerca CRA, i servizi finanziari per le imprese ISMEA e ISA, a rendere noto pubblicamente ciò che stanno modificando in concreto all'interno dei rispettivi Enti. Pur essendo consapevoli che questo riordino è un percorso di cambiamento complesso - ha introdotto Pignedoli - riteniamo sia de perseguire e conquistare tappa dopo tappa. Abbiamo delegato il Governo a procedere su un disegno chiaro, ma il Parlamento vuole essere partecipe anche dei passaggi maggiormente significativi, quelli che impostano le nuove strutture e le nuove funzioni". 


"Un incontro utile - ha raccontato Bertuzzi a margine dell'iniziativa - è emerso come i dirigenti degli Enti siano al lavoro per ridurre la dispersione delle risorse e per innalzarne l'operatività. Ad esempio il CRA (consiglio della ricerca) oggi ha 47 sedi disperse in tutto il paese, verranno ridotte 12 centri tematici, specializzati, rafforzati. Agea, attraversata in questi ultimi anni da grossi problemi di inefficienza fino ad irregolarità pesanti rilevate da Corte dei Conti e dalla commissione Europea, sta affrontando una delle più complicate riconversioni. L'Ente che deve gestire più di 6 miliardi annui e deve impostare processi di massima efficienza e trasparenza".
 Per questa e in corso una ridefinizione del rapporto con il Sistema Informatico anello determinante dell'efficienza dell'Ente, il SIN oggetto di scandali su cui la stessa Pignedoli è intervenuta più volte.

Partita anche l'integrazione tra sistemi Informatici e Banche dati dell'Agenzia delle Entrate, INPS e CCIA, "si sono avviate, pur con difficoltà, le domande precompilate per la nuova Pac con firma digitale - conferma Leana Pignedoli - che aspirano ad un rapporto sempre più diretto tra imprenditore e Pubblica Amministrazione. Servizi finanziari che stanno cercando di impostare il proprio intervento, volto ad una tempestività reale per il sostegno finanziario, ad imprese che intendono attuare piani di sviluppo e di innovazione".
"Siamo a metà percorso ma, come ha detto il viceministro Andrea Olivero, la macchina è in movimento. Ora - ha concluso la senatrice Bertuzzi - occorre puntare con coraggio a sistemi di misurazione dei risultati di questi Enti. Non ci possiamo permette di sostenere delle attività improduttive, costose, centri autoreferenti. Un export agroalimentare che punta a 50 miliardi annui al 2020 si deve attrezzare e deve avere strumenti pubblici adeguati. Nessun carrozzone improduttivo".


TAGS:
agricoltura |  enti agricoli |  riforma enti agricoli |  pac |   | 

Bookmark and Share



Agenda Appuntamenti
« Agosto 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
    1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Ricerca nel sito
»

emilia-romagna ambiente modena pd emilia-romagna stefano bonaccini pd bologna
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto