Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  sabato 19 ottobre 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
Calvano: “noi impegnati a ricostruire, la Lega impegnata a distruggere”

15 giugno 2015

Pubblicato in: Attualità

Dichiarazione di Paolo Calvano, segretario del Partito Democratico dell'Emilia-Romagna

"Per fortuna che in Emilia-Romagna hanno vinto Bonaccini e il centro sinistra perché se avessero vinto la Lega o il centro destra ci ritroveremmo come a Mantova o a L’Aquila dove quella coalizione di governo si è dimostrata incapace di affrontare la gestione del post terremoto.
La nostra Regione sta mettendo in campo tutte le misure necessarie, proseguendo in un percorso virtuoso che dimostra, senza ombra di dubbio, come la ricostruzione sia stata più veloce qui che in ogni altra zona d’Italia colpita da una simile tragedia. Grazie all’ultimo decreto, poi, abbiamo portato a casa l’alleggerimento del Patto di Stabilità, l’azzeramento dell’Imu per gli edifici inagibili e aperto l’opportunità delle Zone Franche Urbane. Ogni giorno ci sono sempre meno le persone in stato di disagio e il lavoro continua incessantemente.

Molto è stato fatto, e di questo dovrebbe parlare la Lega, perché certe situazioni non hanno colore politico. Invece mi tocca leggere l’apocalittico Fabbri che non perde occasione per dire che non va bene niente nella speranza di raccattare qualche voto. Noi ci impegniamo a ricostruire, la Lega è impegnata a distruggere. Ma i cittadini non ci cascano. Evidentemente, infatti, brucia a Fabbri la sconfitta di Faenza, dove nonostante la sfilata di divinità padane degli ultimi giorni, il PD ha confermato il suo sindaco Malpezzi.
Lo sappiamo: ormai la Lega è diventata il partito del “no”, e ha trovato, su questa strada, compagni di viaggio di ogni forma e colore, tutti uniti dall’opposizione alle riforme, al cambiamento. Il partito della paura che non propone ma mira a distruggere, che cita il Vietnam, che alza i toni, alla disperata ricerca di un nemico contro cui puntare il dito”.


TAGS:
paolo calvano |  lega |  faenza |  terremoto |  bonaccini |  stefano bonaccini |  calvano |  pder |  emilia-romagna |  dichiarazione | 

Bookmark and Share



Agenda Appuntamenti
« Ottobre 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
  1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31
Ricerca nel sito
»

pd emilia-romagna bologna emilia-romagna ambiente stefano bonaccini pd modena
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto