Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  sabato 19 ottobre 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
Referendum: l'appello al voto di Stefano Bonaccini

11 giugno 2011

Pubblicato in: Referendum 12 e 13 giugno 2011

Cari elettori, cari cittadini,

vi invito domani e lunedì a recarvi alle urne ed esprimere quattro SI ai quesiti referendari. E' questa una opportunità per tutti, anche oltre gli schieramenti di appartenenza, se si vuole dare una risposta al futuro del nostro Paese, attorno ad alcune questioni molto importanti, quali il nucleare, l' acqua, la giustizia.

La strategia energetica del Paese deve decisamente puntare al risparmio, all'efficienza e alle energie rinnovabili (a partire dal fotovoltaico), perché consumeremo meno gas e petrolio, spenderemo meno, saremo più indipendenti e miglioreremo l'ambiente, in sicurezza per noi, i nostri figli e le future generazioni. Dunque votare SI serve a bloccare definitivamente il piano di ritorno al nucleare che il governo aveva approntato, non per motivi ideologici, ma perché sarebbe una scelta sbagliata che non conviene all'Italia, perché avrebbe costi enormi, tempi lunghissimi e nessuna garanzia di sicurezza.

Due SI anche per i quesiti sull'acqua, che deve restare un bene pubblico accessibile a tutti i cittadini. E per garantire il governo, la regolazione ed il controllo pubblici, con gestioni industriali efficienti. Il Governo ha preferito indicare la scorciatoia della svendita delle aziende pubbliche, tagliando fuori comuni e regioni, mentre servono invece regole chiare e forti controlli, per fare gli investimenti necessari, migliorare i servizi, salvaguardare le risorse naturali.

Infine un quarto SI per ribadire che, per la Costituzione, tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge e che la riforma della giustizia non si realizza con norme utili ad evitare che "qualcuno" eviti i processi.

Stefano Bonaccini, segretario del Partito Democratico dell'Emilia-Romagna



TAGS:
stefano bonaccini |  referendum |  12 e 13 giugno |  pder |  pd |  emilia-romagna |  voto | 

Bookmark and Share



Agenda Appuntamenti
« Ottobre 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
  1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31
Ricerca nel sito
»

stefano bonaccini pd emilia-romagna bologna modena ambiente emilia-romagna pd
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto