Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  domenica 15 settembre 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
"Non è tempo di divisioni"

20 settembre 2010

Pubblicato in: Attualità

«Abbiamo bisogno di un partito forte e unito. Che discute e si confronta, ma che poi sa scegliere e decidere. Non è il momento della divisione e della conta interna», È quanto sottolinea il segretario regionale del PD Stefano Bonaccini in una nota sottoscritta anche da tutti i segretari delle nove province dell'Emilia-Romagna più Imola.
  Un appello diretto, neanche troppo velatamente, a Walter Veltroni e ai veltroniani che, in questi giorni, hanno rivolto critiche pensanti alla gestione del partito retto di Pierluigi Bersani. Bonaccini, bersaniano doc, ricorda i risultati negativi del Governo, le ricadute dei tagli sugli enti locali e la crisi del Centrodestra. E rimarca come, «per ridare speranza e fiducia all'Italia, serve un'altetnativa reale di governo: un grande Partito Democratico in un nuovo Ulivo». «Quanto sta accadendo in questi giorni - continua la nota sottoscritta da tutti i vertici delle federazioni emiliano-romagnole, riferendosi appunto alle recenti spaccature tra correnti - rischia invece di allontanarci dalle nostre responsabilità».

Troppe volte, ragiona Bonaccini, «abbiamo dilaniato il nostro patrimonio di credibilità dividendoci, e le nostre divisioni hanno sempre favorito la destra. Non vogliamo rivedere questo film e non deve ripetersi quanto ci eravamo tutti insieme impegnati a non fare più». Il PD emiliano-romagnolo, ha concluso, «è consapevole di tutto questo» e «tutti insieme ci sentiamo investiti di una comune responsabilità verso il Paese: per questo invitiamo ad interrompere una discussione autoreferenziale», Piuttosto, ha concluso Bonaccini, «impegniamoci a costruire tutti insieme l'alternativa a questa destra, a rafforzare il PD e a dar vita ad una nuova e solida alleanza riformista».

Articolo pubblicato su l'Unità di domenica 19 settembre.


TAGS:
stefano bonaccini |  pd emilia-romagna |  unità |  intervista | 

Bookmark and Share





Agenda Appuntamenti
« Settembre 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
Ricerca nel sito
»

emilia-romagna modena ambiente pd bologna pd emilia-romagna stefano bonaccini
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto