Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  giovedi 19 settembre 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
Regioni, Province e Comuni ai tempi della manovra

28 luglio 2010

Pubblicato in: Feste

"Il PD per un federalismo serio" questo il titolo del dibattito che ha avuto luogo martedì 27 luglio alla Festa Regionale del PD a Bosco Albergati. Sul palco, i sindaci di Piacenza, Modena e Castelfranco Emilia, Roberto Reggi, Giorgio Pighi e Stefano Reggianini, il presidente della Provincia di Modena, Emilio Sabattini e il coordinatore dell'esecutivo del PD dell'Emilia-Romagna, Marco Lombardelli.

"O riduciamo le tariffe o diminuiamo i servizi", non c'è via d'uscita dalla manovra per Reggianini. Il sindaco del comune che ospita la Festa Regionale del PD, ha infatti ricordato che "per un comune come il nostro, i tagli ammontano a oltre due milioni e mezzo di euro nel biennio 2011-2012". Una situazione che "ci metterà di fronte a scelte dolorose", visto che sarà impossibile continuare a garantire, ad esempio "l'efficienza degli asili nido e dei servizi per gli anziani e le persone non autosufficienti".

Uno sforzo troppo grande per i comuni, lo ha confermato anche il sindaco Pighi che, in seconda battuta, ha ricordato come "la manovra finanziaria sia troppo sbilanciata sugli Enti Locali". Il governo sta proponendo "una politica assolutamente centralista, e lo dimostra con una manovra che non fa che colpire", ha concluso il primo cittadino di Modena, "quelli che dovrebbero essere i veri protagonisti di un federalismo serio" ovvero Comuni, Province e Regioni.

Un'opinione condivisa anche da Sabattini, che ha aggiunto che anche del federalismo fiscale "tanto sbandierato da questo governo, non si è saputo più nulla". Il messaggio che è stato fatto passare, per il presidente della Provincia di Modena, è quello "di considerare gli Enti Locali, la fonte di tutti gli sprechi del Paese e che quindi fosse giusto andare a tagliare lì". Ma dall'anno prossimo "purtroppo vedremo come i risultati di queste scelte andranno a colpire la vita di tutti i nostri cittadini".

Condividendo quanto emerso dal dibattito, Roberto Reggi, ha incentrato il suo intervento sulla questione del Patto di Stabilità. "Siamo ad un livellamento verso il basso" ha ribadito il sindaco di Piacenza "e gli enti virtuosi, non solo nono potranno lavorare in maniera autonoma, ma si troveranno a dover pagare i disservizi di altre amministrazioni meno oculate". Inoltre, ha concluso, "l'operazione politica del governo fa sì che i comuni siano costretti ad aumentare la tassazione, contribuendo a diffondere la propaganda di uno stato che non mette le mani nelle tasche dei cittadini".

In conclusione, Marco Lombardelli ha indicato quello che è l'impegno quotidiano del PD dell'Emilia-Romagna per informare i cittadini sulle ricadute dei tagli della manovra. Le ripercussioni più pesanti "saranno a carico di famiglie, lavoratori e imprese", anche perchè, nell'impianto del provvedimento economico "manca totalmente un riferimento a come rilanciare lo sviluppo del Paese". Per questo il PD è in campo, nelle piazze, nelle Feste, così come nelle spiagge (dal 7 all'8 agosto si terrà una serie di appuntamenti sul litorale romagnolo). La buona politica non va mai in vacanza!




TAGS:
giorgio pighi |  emilio sabattini |  roberto reggi |  marco lombardelli |  stefano reggianini |  bosco albergati |  modena |  piacenza |  pd emilia-romagna | 

Bookmark and Share





Agenda Appuntamenti
« Settembre 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
Ricerca nel sito
»

pd stefano bonaccini bologna pd emilia-romagna ambiente emilia-romagna modena
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto