Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  martedi 24 settembre 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
Sicurezza. Bonaccini, "taglio da un mld che dice la Lega?"

7 giugno 2010

Pubblicato in: Dichiarazioni

Dichiarazione di Stefano Bonaccini, segretario del Partito Democratico dell'Emilia-Romagna sui tagli al comparto sicurezza predisposti dal governo

Due anni fa il centrodestra, e in particolare la Lega Nord, "si riempirono la bocca con lo slogan 'piu' sicurezza per tutti'". Oggi il governo Berlusconi predispone invece "tagli per oltre 1 miliardo di euro nel triennio direttamente sul comparto sicurezza". E il Carroccio stavolta resta in silenzio. E' un giudizio severissimo quello di Stefano Bonaccini, segretario regionale del PD, a proposito degli effetti della manovra sulla sicurezza, minata dal mix di tagli, leggi come quella sulla intercettazioni e progetti "improvvisati" e poi abbandonati in fretta, come le ronde.

"E' bene che i cittadini lo sappiano - esordisce Bonaccini, intervenuto questa mattina ai lavori del congresso del Silp-Cgil a Modena - i tagli significano migliaia di uomini in meno sulle strade e quasi nessuno ammodernamento dei mezzi". E "la 'favoletta' delle ronde incaricate di presidiare i territori e' finita ben presto - attacca ancora il segretario - anche perche' alcuni sindaci di centrodestra, Alemanno e Moratti in primis, le hanno definite inutili. In un Paese democratico la sicurezza dei cittadini deve essere garantita non da ronde improvvisate ma soltanto da chi ha la competenza, la preparazione e gli strumenti per farlo. E si chiamano Forze dell'ordine". Da un lato, dunque, arriva "un colpo diretto a uomini e mezzi di chi dovrebbe presidiare il territorio; dall'altro emanazioni di leggi, si pensi alla cosiddetta 'legge bavaglio' sulle intercettazioni, che metteranno in seria difficolta' coloro, magistratura e Forze dell'ordine, che dovrebbero svolgere indagini per colpire il crimine".

A questo punto, conclude Bonaccini, "sarebbe interessante sapere cosa ne pensa la Lega nord a proposito di legalita', rispetto delle regole e presidio del territorio".

fonte: Agenzia DIRE


TAGS:
stefano bonaccini |  dichiarazioni |  pd emilia-romagna |  sicurezza |  tagli |  lega |  modena | 

Bookmark and Share



Agenda Appuntamenti
« Settembre 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
Ricerca nel sito
»

modena pd ambiente emilia-romagna stefano bonaccini bologna pd emilia-romagna
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto