Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  giovedi 20 giugno 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
Casadei: "Il separatismo della destra è sabbia negli occhi"

25 febbraio 2010

Pubblicato in: Dichiarazioni

"Una Romagna separata dall'Emilia è una Romagna più povera, più isolata. È una terra che conta di meno e i cui cittadini avrebbero meno possibilità e meno risorse". Così Thomas Casadei, membro del coordinamento politico del PD dell'Emilia Romagna commenta la proposta della destra di un referendum per scindere in due la nostra regione: "Un numero per tutti - spiega Casadei -  mantenere un nuovo consiglio regionale costerebbe ben 40 milioni di euro all'anno, risorse che andrebbero sottratte alle politiche sociali e di sviluppo, agli investimenti per infrastrutture e sostegno ad imprese e lavoro".

"Chi propone il referendum - incalza Casadei - ha idea di quanto costerebbe un nuovo apparato burocratico "solo romagnolo"? Da quali settori quelle risorse andrebbero sottratte. La verità è che la destra con questa storia getta sabbia negli occhi dei cittadini". Una bocciatura secca delle politiche della destra berlusconiana a cui fa da contraltare - sottolinea Casadei - "la voglia del Pd di aumentare la collaborazione e il coordinamento tra province ed enti locali romagnoli entro un'ottica di sistema integrato per essere sempre e di più al fianco delle persone, per dare risposte ai loro problemi".

Il Partito Democratico dice no alla propaganda della destra che cerca di cavalcare cliché vecchi di quasi trent'anni e si conferma completamente distaccato dalla realtà, dai veri bisogni degli emiliano-romagnoli e soprattutto da una prospettiva che saldi l'Emilia-Romagna alla dimensione europea. "Il PD non ha alcuna paura a confrontarsi su questi temi - chiarisce Casadei - ma diremo sempre no alle proposte della destra il cui unico vero obiettivo è quello di isolare la Romagna". Casadei è netto: "La separazione tra Emilia e Romagna - attacca - avrebbe un solo risultato: la Romagna conterebbe di meno, avrebbe meno risorse e meno capacità di dare risposte ai bisogni dei cittadini". Fare clic con il pulsante destro del mouse qui per scaricare le immagini.          Per motivi di riservatezza, il download automatico dell'immagine da Internet non è stato eseguito.


TAGS:
dichiarazioni |  thomas casadei |  enti locali |  emilia-romagna |  p.a. | 

Bookmark and Share



SCRIVI UN COMMENTO [* campi obbligatori]
Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice *
Scrivi il codice visualizzato in rosso



Agenda Appuntamenti
« Giugno 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
      1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30
Ricerca nel sito
»

pd emilia-romagna emilia-romagna ambiente bologna modena pd stefano bonaccini
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto