Home |  PD ER  |  Trasparenza  |  Coordinamenti territoriali  |  PD Nazionale  |  Materiali  |  Articoli  |  Comunicati  |  Elezioni  |  Albo elettori  |  Contatti  |  Modulo di iscrizione al Partito Democratico  |  Audielettori   |
Feed RSS 
Partito Democratico - Emilia-Romagna
  martedi 24 settembre 2019 Partito Democratico Emilia-Romagna
| Agricoltura | Ambiente | Cultura e Europa | Economia | Enti locali | Immigrazione | Lavoro | Montagna | P.A. | Scuola | Sicurezza | Sport | Turismo | Università | Welfare |
"Massacrano il sistema di tutele e garanzie del lavoro"

21 gennaio 2010

Pubblicato in: Dichiarazioni

Questo il testo della dhichiarazione di Luigi Mariucci, responsabile lavoro dell'esecutivo regionale del PD Emilia-Romagna:

“Continua il sistematico massacro della legislazione del lavoro da parte del governo di centrodestra. Fin qui, mentre la crisi colpisce la parte più debole del mercato del lavoro, a partire dai lavoratori precari (a termine, in somministrazione, in collaborazione ecc.) il governo ha accentuato i meccanismi della precarietà, reintroducendo l’appalto di manodopera a tempo indeterminato e il lavoro a chiamata, liberalizzando ulteriormente il lavoro a termine e il part time elastico. Ora in un disegno di legge omnibus collegato alla finanziaria, che tratta le più diverse materie, il governo ha inserito altre norme devastanti per il diritto del lavoro: tra questa si segnala una modifica del diritto processuale del lavoro, diretta ad introdurre una sorta di arbitrato di equità’ sui licenziamenti che consiste in un sostanziale svuotamento della tutela contro i licenziamenti ingiustificati. Da ultimo si aggiunge un’altra perla: con un emendamento approvato dalla maggioranza in commissione alla Camera si deroga nientemeno che alla disciplina generale sull’obbligo scolastico prevedendo che nell’ultimo anno del ciclo scolastico (a 15 anni) si possa essere assunti come apprendisti invece che completare l’istruzione obbligatoria. Il rapporto scuola-lavoro viene così declinato in termini tanto semplici quanto brutali: meglio andare subito a lavorare con un lavoro purchessia piuttosto che perseguire processi più elevati di qualificazione. In tal modo si ripristina una antica discriminante classista. E’ uno stillicidio sistematico.
Goccia a goccia con interventi legislativi improvvisati e privi di ogni organicità si destrutturano interi sistemi di garanzia e tutela del lavoro. Si deve dunque cercare di bloccare con la più ampia mobilitazione e una forte opposizione parlamentare questo ulteriore e devastante provvedimento”.   


TAGS:
luigi mariucci |  lavoro |  pd emilia-romagna |  dichiarazione  | 

Bookmark and Share





Agenda Appuntamenti
« Settembre 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
Ricerca nel sito
»

modena ambiente pd emilia-romagna emilia-romagna bologna stefano bonaccini pd
Visualizza la galleria completa »
 Partito Democratico dell' Emilia-Romagna - Via Cairoli, 7 - 40121 - Bologna - Tel 051 03 92 661 - Fax 051 03 92 660 - C.F. 91 290 380 376 - Privacy Policy 
Il sito web del PD Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto